Attenzione!

Questo articolo è stato pubblicato nel 2016, le informazioni contenute potrebbero quindi non essere aggiornate.
Se avete dubbi lasciate un commento in fondo all'articolo.

Scrivere per il Web

3) Pianificare la Pubblicazione

Spesso l’idea di un nuovo articolo o il tempo libero che possiamo dedicare al nostro blog non è ottimale per l’impatto che l’articolo può ottenere sul sito.

Pubblicare in piena notte non darà la stessa visibilità di pubblicare all’ora di pranzo. Per questo motivo chi vuole Scrivere per il Web deve chiedersi cosa vuole ottenere dal suo articolo.

Con l’esperienza si arriva a capire anche che orario è più ideale per il tipo di trasformazione che si vuole ottenere (alcuni portali di vendita vedono picchi nelle transazioni durante la sera, alcuni blogger al mattino) ma in linea di massima consiglio di programmare la pubblicazione degli articoli nella fascia oraria in cui ci si aspetta che i propri lettori siano maggiormente attivi online.

4) Sfruttare i Social

I Social sono probabilmente lo strumento gratuito più potente per portare traffico sul proprio blog e vanno per forza sfruttati al massimo se si vuole ottenere un buon risultato.

Seguire con cura la presenza Social è un ottimo modo di interagire con gli utenti e portare sul proprio sito traffico selezionato e di qualità.

Ogni volta che pubblichiamo un contenuto sul Blog è buona norma pubblicarlo anche su tutti i Social disponibili e qui diventa ancora più importante valutare con attenzione il momento della pubblicazione.

Analizzando le statistiche del sito potrete infatti notare che i picchi di visite corrisponderanno alle ore immediatamente successive alla pubblicazione sui Social.

5) Uno sguardo alla Grafica

La grafica del Blog non deve essere pesante ma al contrario deve facilitare la lettura, a questo fine è utile sapere che il font scelto per il sito può essere determinante e che, a differenza dello stampato, sul Web i font Sans Serif sono decisamente più leggibili.

Anche un’immagine in evidenza di impatto è una buona soluzione per aumentare la curiosità dell’utente e invogliarlo a leggere. Può risultare quindi utile anche aggiungere altre immagini esplicative o esteticamente ricercate se l’articolo diventa eccessivamente lungo per spezzarne l’impatto visivo.

6) Uno sguardo al SEO

L’indicizzazione è sempre la cosa più importante dopo il contenuto dell’articolo e, in un certo senso, anche più essenziale poichè un articolo non indicizzato non ha lettori.

Senza entrare nel merito di complesse operazioni di SEO e di campagne pubblicitarie vediamo qualche piccolo trucco molto semplice che può nel lungo periodo aumentare sensibilmente l’indicizzazione organica del vostro Blog.

Parole Chiave

Ogni articolo deve avere una parola chiave ben definita che viene ripetuta più volte nel corso della scrittura. È buona norma metterla sempre tra i tag <strong></strong> intervenendo se necessario sul codice (WordPress lo fa selezionando il grassetto) per indicare ai motori di ricerca l’importanza del termine.

Titoli e Grassetto

Due strumenti molto potenti sia per far capire la struttura dell’articolo all’utente, sia per indicare ai motori di ricerca l’importanza dei termini.

Tuttavia è bene ricordare che il grassetto non va mai abusato, intere frasi in grassetto non aiutano l’indicizzazione ma al contrario rischiano di penalizzarla.

Foto e Media

I contenuti multimediali sono ottimi per catturare l’utente finale quanto anonimi per i motori di ricerca, intervenendo su attributi quali titlealt si possono dare molte informazioni ai motori di ricerca, ma anche solo l’accortezza di non salvare le immagini con nomi tipo “sito-001.jpg” ma con “sito-Quadro-Fine-900.jpg” per quanto banale e limitato diventa importante col crescere del sito. Quando le foto passano da 10 a 10’000 rinominarle può fare la differenza, inoltre Google Immagini è un motore di ricerca estremamente sottovalutato da chi scrive ma che può dare grossi risultati nel tempo.

Conclusioni

Questo articolo non vi ha certo potuto trasformare in artisti e blogger perfetti ma sicuramente da le basi a chi non sa come Scrivere per il Web per strutturare un articolo in maniera più efficace e aumentando le possibilità che venga ben indicizzato e che possa essere trovato interessante dall’utente finale.

About Davide Gavazzi 11 Articoli
Davide Gavazzi, appassionato di SEO, SEM, Social Media Marketing e Web Design. Si occupa di Web dal 2012 creando e gestendo siti, Social, Pubblicità e tutto ciò che riguarda l'Online.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*